PCA International
laboratorio di progettazione coordinata e integrata

Civilizzare l’Urbano – ETS / Laboratorio Opera Prima

FONDO-PAGINA-WEB_2

 

 “Laboratorio Opera Prima” – invio istanze         download

       Il “Laboratorio dell’Opera Prima” coinvolge giovani architetti neolaureati -abilitati all’esercizio professionale- in un processo che li faciliti nel pervenire al progetto della loro « opera prima », requisito importante per l’ingresso nel mondo del lavoro.

      Civilizzare l’Urbano ETS mette a disposizione spazi, attrezzature, anticipazioni e contributi a fondo perduto. Si avvale di relazioni con società, imprese, università, ecc. e punta a facilitare l’acquisizione di incarichi professionali tramite partecipazione ad appropriati concorsi o affidamenti diretti. Il “Laboratorio dell’Opera Prima” potrà anche supportare gruppi che intendano partecipare ai concorsi di cui alla Linea 4. della Legge Regionale Campania 19/2019.

        Nel “laboratorio dell’opera prima” si intrecciamo tre obiettivi:

  • obiettivo professionale:  offrire a giovani architetti condizioni per realizzare la loro prima opera, significativo strumento del loro processo di formazione: avviare l’accesso alla progettazione, legando ricerca sulla progettazione e reale produzione
  • obiettivo culturale e sociale:  l’obiettivo professionale assume senso se implica una riflessione critica sulla produzione di architettura e in generale sulla costruzione della città. L’analisi critica dei vincoli sociali, economici e urbani dei programmi da realizzare è fondamentale nella formazione dei progettisti.
  • obiettivo relazionale:  educare alla collaborazione e alla sinergia con altri ambienti professionali; legare ai dibattiti nazionali e internazionali. Eventuali pubblicazioni (a cura dei partecipanti) su questioni della pratica progettuale, della concezione architettonica, delle metodologie di costruzione e sviluppo del progetto, con l’obiettivo di rinnovare la riflessione su progettazione e pratica professionale attraverso i modi stessi di produzione.

      Possono parteciparvi neolaureati selezionati -interessati a lavorare in gruppo e impegnati concludere le esperienze in cui saranno coinvolti- con eventuale supporto di tirocinanti (curriculari o post-dottorato) che -per specifica condizione formale o temporale- non possono pervenire alla firma del progetto.

       Il Laboratorio utilizza spazi attrezzati -adiacenti a quelli in uso PCAint- idonei a lavoro di gruppo e mette a disposizione archivi, libri e riviste.
Civilizzare l’Urbano ETS -d’intesa con PCAint e con eventuali coinvolgimenti di qualificati apporti esterni- organizza unità di progettazione con momenti di approfondimento teorico, metodologico e operativo coerenti con l’impostazione culturale che identifica  Pica Ciamarra Associati.

       Del proprio lavoro, gli architetti partecipanti acquisiranno certificazioni, crediti formativi, utili economici e “diritto d’autore”.
Ai gruppi di progettazione -che seguiranno le procedure del proprio “Manuale di Qualità »- PCAint srl fornisce requisiti o valuta ipotesi di avvalimento;
indica professionisti non architetti eventualmente necessari per attività specialistiche (strutture, impianti, ecc.); coordina le attività; se opportuno assume responsabilità di mandatario; è garante verso i committenti della qualità architettonica, tecnica ed economica dei progetti.

      Il “laboratorio dell’opera prima” prende avvio in prima sperimentazione nel 2022.

      Firmeranno i singoli progetti architetti neolaureati iscritti all’Albo
•    se occorre, professionisti esperti specialisti  (strutture, impianti, acustica, ecc.)
•    se occorre, PCAint srl (in una delle forme indicate, comunque a titolo gratuito)

LABORATORIO OPERA PRIMA
CivETS marzo 2022, pp.106  (ISBN 978-88-944192-5-2)
free download