laboratorio di progettazione coordinata e integrata

2003 – Crotone, Lungomare Gramsci

2003 – Crotone, Lungomare Gramsci

TYPE         Urban planning/urban design
CLIENT    Comune di Crotone
YEAR        2002 concorso e progetto preliminare / definitivo / esecutivo – realizzazione 2004 / 2007

DESCRIPTION
Il progetto punta alla riqualificazione e rifunzionalizzazione di un chilometro e mezzo di strada costiera rivolta al potenziamento dell’uso pedonale e all’individuazione di una viabilità carrabile ridotta ad unico senso di marcia.Restituisce nuova immagine sia alla scala del pedone, in termini di pavimentazioni, arredi, verde, sia alla scala urbana, reinterpretando il rapporto con il contesto in termini di accessibilità e mobilità ma anche in termini di immagine paesaggistica. L’attenzione al verde è una delle componenti principali dell’approccio progettuale.
Le nuove alberature previste, compatibili con le essenze locali, sono studiate sia per l’effetto prodotto alla scala del pedone sia nella immagine a distanza, per il trattamento specifico e differenziato del verde. L’inserimento dell’acqua, come componente estetica e funzionale, conferma gli obiettivi rivolti al miglioramento in termini di qualità spaziale e benessere.
La piazza Gramsci, trasformata in spazio pedonale, è  caratterizzata da uno specifico disegno di pavimentazione e arricchita dall’uso differenziato degli elementi vegetali e da fontane che si integrano assecondandone il disegno. Il percorso carrabile è trattato con criterio di uniformità d’immagine rispetto alle restanti parti pedonali: l’assenza di marciapiedi e il trattamento superficiale uniforme in termini di quote, materiali, trame, trasmette un’idea di spazio prevalentemente destinato al pedone mentre affida a  dissuasori di forma sferica la funzione di separazione della viabilità carrabile. La gradonata in pietra artificiale  sostituisce, per tutta la lunghezza del lungomare,  l’attuale parapetto introducendo un inedito raccordo tra la strada e la spiaggia. La continuità della gradonata è interrotta da piccole cavee sul mare inglobate nel disegno vegetale e di pavimentazione. Altri punti di congiunzione con la spiaggia utilizzano il disegno di quattro “scheletri” marini  raggiungendo il mare attraverso rampe in pietra che proseguono dalla strada il disegno delle sagome integrandosi con il pavimento stradale e si snodano nel verde disegnato sul mare.

GALLERY